Ragazze benvenute al primo appuntamento con i Beauty Basics! Con questa serie di post affronteremo insieme tutti i passaggi base per realizzare un trucco completo. Non posso assolutamente considerarmi un’esperta, ma soltanto un’appassionata, quindi i miei saranno un po’ i consigli che potrebbe darvi un’amica con un po’ di esperienza… La mia passione dura da sempre e negli anni mi ha portata a fare tante prove e altrettanti errori, a fare acquisti sbagliati e a portare trucchi che non mi valorizzavano per niente. Però letture, esperimenti e prove mi hanno insegnato tante cose che voglio condividere con voi.
Siccome il nostro viso e’ come una tela su cui dipingere, oggi iniziamo proprio con la preparazione della base perfetta. Con una base ben fatta possiamo limitare il nostro trucco ad un po’ di mascara e lucidalabbra e saremo carine e in ordine, ma col fondotinta sbagliato e le occhiaie in bella vista anche lo smokey eye piu’ elaborato perdera’ tutto il suo fascino.
Vediamo subito come fare!

image
1 CREMA IDRATANTE
E’ il primo e piu’ importante passaggio per ottenere una base perfetta e dall’aspetto naturale. Quindi per prima cosa bisogna stendere il prodotto piu’ adatto alla propria pelle e non dimenticare di mettere anche la crema specifica per il contorno occhi.
Questo passaggio e’ importante per tutte e per tutti i tipi di pelle ma e’ fondamentale per chi come me ha la pelle secca per evitare di rirovarsi a meta’ giornata col fondotinta a chiazze perche’ la pelle assetata se lo e’ assorbito tutto!
Quando la crema si e’ asciugata siamo pronte per i passaggi successivi.
image
2 FONDOTINTA
Si fa presto a dire fondotinta…e si fa presto a dire di scegliere il colore giusto! In realta’ non e’ cosi’ semplice ed e’ il prodotto su cui la maggiorparte di noi ha piu’ dubbi e piu’ difficolta’.
Ne esistono moltissimi tipi, e ogni tipo di pelle puo’ trovare il piu’ adatto.
Generalizzando: fluido e idratante per le pelli secche, mat per quelle grasse, con effetto lifting per nascondere le rughette, illuminante per le pelli stanche e dal colorito un po’ spento… Le formulazioni poi sono tantissime: liquido, compatto, in polvere minerale, in stick, spray, in mousse e poi le bb cream e gli ultimi arrivati, le formule cushion.
Ovviamente il fondotinta non e’ indispensabile, anzi se si ha la fortuna di avere una bella pelle senza difetti, basteranno un po’ di copriocchiaie  e di correttore fissati con un velo di cipria.
Ma se si decide di usarlo la scelta del colore e’ importante, un fondotinta del colore sbagliato rendera’ tutto il trucco un disastro! Per dire, io da ragazzina compravo fondotinta cosi’ chiari da farmi sembrare malata… e non c’era verso di farmi cambiare idea! Ora riguardando certe foto degli anni ’90 devo ammettere che mia mamma aveva proprio ragione a dirmi che sembravo Morticia Addams!
Detto questo, nel dubbio e’ sempre meglio scegliere un tono un po’ piu’ chiaro che si potra’ scaldare con un tocco di terra piuttosto che uno troppo scuro che sara’difficile schiarire, mettera’ in evidenza i difetti e ci dara’ un’aria innaturale.
E mi raccomando: le prove si fanno lungo la mascella e non sul polso! Io per anni ho fatto cosi’ e ho sbagliato spesso il colore.
Per scegliere la colorazione perfetta bisogna tenere conto della tonalita’ della pelle e del suo sottotono ricordando che i fondotinta generalmente si dividono in beige, quelli piu’ neutri che si adattano alla stragrande maggioranza di noi, quelli dorati per pelli mediterranee o abbronzate e quelli rosati, per le pelli davvero chiarissime e che stanno bene ad una minoranza.
Vi anticipo che dedichero’ un post solo alla scelta del fondotinta!
Per quanto riguarda l’applicazione io vi consiglio di non usare le dita ma un pennello oppure le ormai famose spugnette tipo il Beauty Blender.
Non e’ assolutamente una regola, ma da quando applico il fondotinta in questo modo ottengo risultati decisamente migliori e mi chiedo come facessi prima ad usare i polpastrelli! Si’ perche’ il risultato e’ molto piu’ naturale ma allo stesso tempo piu’ coprente e uniforme. E non ci si sporcano le mani!
Al momento mi trovo molto bene con i nuovi pennelli che vedete in foto e di cui vi parlerò meglio presto. Li con movimenti circolari dal centro del viso verso l’esterno.
Se invece preferite la spugnetta inumiditela e usatela per picchiettare il fondotinta su tutto il viso.
In entrambi i casi il prodotto va applicato direttamente sul viso come fareste se usaste le dita.
Vedrete che differenza!
image
3 COPRIOCCHIAIE E CORRETTORE
Credo che siano pochissime le fortunate che non hanno bisogno di nascondere le occhiaie o di coprire qualche brufoletto o altre imperfezioni… Per tutte le altre fortunatamente c’e’ il correttore!
Innanzitutto bisogna distinguere fra correttore e copriocchiaie. Il primo e’ generalmente di consistenza piu’ secca e piu’ coprente, e’ disponibile anche in colori come il verde e il giallo e va scelto dello stesso colore del fondotinta o della pelle se non lo si usa.
Il copriocchiaie e’ invece di solito aranciato per annullare il colore viola-blu delle occhiaie ed e’ di consistenza piu’ fluida e idratante.
Io applico entrambi dopo il fondotinta, ma c’e’ anche chi consiglia il contrario ed entrambi i metodi sono efficaci.
Nel mio caso, per coprire al meglio le occhiaie, uso un correttore fluido aranciato che applico insieme al fondotinta e dopo aggiungo qualche goccia di uno piu’ chiaro ed illuminante dello stesso colore del fondotinta oer uniformare tutto.
Il trucco per ottenere un effetto naturale senza brutti stacchi di colore e’ stendere il copriocchiaie disegnando sotto l’occhio un triangolo il cui lato lungo va dall’angolo interno a quello esterno dell’occhio; va poi picchiettato, mai steso come si farebbe con una crema, altrimenti addio coprenza!
Per i brufoli invece l’ideale e’ sovrapporre un correttore dello stesso colore del fondotinta ad uno verde anti rossori.
Sia per il correttore che per il copriocchiaie vale la regola di avere la mano leggera perche’ il viso deve rimanere fresco e naturale, quindi meglio piccoli tocchi di un prodotto coprente che tanti strati di uno leggero.
image
4 CIPRIA, ILLUMINANTE E BLUSH
Siamo alla fine ragazze! Fissiamo tutto il nostro lavoro con un po’ di cipria, diamo luce con l’illuminante e mettiamo il blush per avere un bel colorito.
La cipria puo’ essere scelta secondo i propri gusti fra compatta e in polvere e applicata con un pennello grosso e morbido. Le mie preferite sono le ciprie incolore oppure dello stesso colore della pelle e mi piace che siano piuttosto chiare e luminose, ma la scelta e’ del tutto personale. Secondo me le uniche indispensabili e che vi consiglio di avere sono una cipria in polvere trasparente e una compatta del colore della pelle per i ritocchi durante il giorno.
Passiamo ora al blush, o fard come preferisco chiamarlo io alla vecchia maniera… E’ in assoluto il mio prodotto preferito e quello a cui non so rinunciare perche’ da solo da’ luce al viso, cancella la stanchezza e valorizza gli occhi.
Potete scegliere fra uno in crema, o il classico in polvere compatta, oppure in polvere libera minerale o uno in stick, l’importante e’ che si noti restando discreto. A me piace che si veda, ma e’ una scelta personale.
La vecchia regola di sorridere e applicarlo nel punto in cui le gote sporgono e si arrossano naturalmente e’ sempre valida e personalmente trovo sia il modo migliore per non sbagliare; si puo’ anche applicare il colore disegnando una linea che segue lo zigomo e va dalla tempia verso il naso, e in questo modo il colore sara’ meno in primo piano ma il viso risulterà più scolpito.
Per la scelta del colore non preoccupatevi, dedichero’ presto un post a questo argomento!
Con i colori tendenti al pesca e leggermente rosati e quelli rosa un po’ marroncini non si sbaglia mai perche’ stanno bene a tutte, dovete solo scegliere se preferite un effetto mat o brillante.
Applicatelo con un pennello morbido a piccoli tocchi e intensificatelo per gradi se serve.
L’illuminante invece e’ una scoperta che ho fatto di recente perche’ ho sempre pensato che non facesse per me e soprattutto che non fosse adatto ad un trucco da giorno. Come mi sbagliavo! Se usato senza esagerare non e’ da riservare alle serate oppure alle feste. Un tocco di luce nei punti giusti non vi trasformera’ nella versione di voi stesse pronte per il veglione di capodanno!
Vi consiglio di sceglierlo in crema se avete la pelle secca e in polvere se invece la vostra pelle tende a ungersi durante il giorno.
Io ho la pelle secca ma la maggiorparte degli illuminanti che ho sono in polvere, quindi rimedio sovrapponendoli ad uno in crema con il risultato che dura anche di piu’.
Ma come scegliere il colore giusto? Oro bianco e argento per i coloriti piu’ pallidi, champagne rosato per le pelli chiare, pesca per quelle medie, oro per le pelli olivastre o abbronzate.
Va applicato a trucco ultimato sul dorso del naso, sul mento sugli zigomi, sopra l’arcata sopraccigliare e volendo anche fra naso e labbra.
image
Et voila’! Adesso siete pronte per proseguire col trucco!
Io vi do appuntamento alla prossima settimana con il trucco base per gli occhi.
Share the love!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •