Succede che quando un termine diventa di moda se ne perda un po’ il vero significato, purtroppo. Tutti ne parlano e alla fine ognuno ne dà una sua interpretazione che finisce per discostarsi dal significato originale.

Di Hygge si è parlato e si continua a parlare tanto e ormai ci siamo abituati a fare l’associazione di idee: candele-tazza bollente-coperta calda-hygge.

Hygge è un modo di vivere che non ha stagioni, ma che in ogni stagione trova rituali e abitudini che le si adattino.

Vi ho già detto quanto senta mio questo concetto e oggi mi è venuta voglia di parlarne ancora, applicando questo stile di vita al mondo beauty.

Se in inverno sono molto ‘hyggelig’ i bagni caldi fra candele profumate e i trattamenti che ci coccolano al riparo dal freddo, in estate trovo che il miglior modo di prendersi cura di sè restando fedeli al concetto di Hygge sia un ritorno alla semplicità.

Questi sono secondo me i segreti per essere belle senza troppi sforzi, senza perdere troppo tempo e senza ambire ad una perfezione che non ci serve.

Perchè l’estate è il momento della leggerezza, delle cose semplici, della naturalezza. Anche nel beauty case!

hygge e bellezza

Pochi prodotti ma efficaci

Quando ci sono più di 30 gradi, chi ha voglia di passare ore in bagno usando mille prodotti diversi? Io personalmente non ne ho per niente, quindi riduco al minimo il numero di cosmetici.

Non rinuncio però a pochi ma fidati prodotti.

Per il viso:

uno struccante in gel e l’acqua micellare che rinfresca, un’acqua spray da usare durante il giorno, una crema idratante in formula leggera, un siero con acido che disseti la pelle, un contorno occhi contro borse e occhiaie e il burrocacao prima di dormire.

Per il corpo:

un bagnodoccia dal profumo di estate, un olio multiuso ad assorbimento rapido, una crema idratante e profumata, shampoo e balsamo delicati da poter utilizzare anche ogni giorno

hygge e bellezza

Beauty routine semplice

In estate la solita routine si semplifica molto, soprattutto per quel che riguarda l’idratazione del viso. Però è sbagliato trascurare questo aspetto con la scusa del caldo!

Con un idratante leggero per il viso, un filtro solare alto, una maschera idratante e lenitiva da fare la sera dopo il mare, un burrocacao morbido e una crema contorno occhi delicata e decongestionante saremo a posto fino a Settembre.

Se vi va potete prendere spunto dalla beauty routine per pigre che trovate qui!

hygge e bellezza

Profumi che fanno stare bene

Cocco, fiori di tiarè, vaniglia, menta, il profumo del mare e dei giardini fioriti, le fragranze fruttate e quelle che fanno pensare all’erba appena tagliata… Sono questi per me i profumi dell’estate, quelli che mi fanno stare bene e mi fanno sentire in vacanza anche se sto a casa.

Che siano candele profumate oppure profumi, creme o bagnodoccia e shampoo, mi piace averli sempre intorno

Trucco naturale

In estate il trucco dovrebbe essere ridotto al minimo, perchè fa caldo e anche perchè la naturalezza con il caldo è la scelta migliore.

Il fondotinta diventa troppo artefatto, molto meglio optare per una bbcream o una crema colorata. Una valida alternativa sono i fondotinta in polvere minerale, che a me piacciono molto perchè ne basta pochissimo per uniformare la pelle. Il risultato è molto naturale e soprattutto non danno fastidio quando fa davvero caldo.

Un po’ di terra, un blush a lunga durata, mascara, rossetto trasparente in un colore acceso e non serve altro. Per la sera mi piace aggiungere un tocco di oro sulle palpebre, che illumina il viso ed esalta l’abbronzatura

hygge e bellezza

Non dimenticare mani e piedi

Le mani e soprattutto i piedi in estate hanno bisogno di qualche attenzione in più.

Le unghie mi piacciono corte e appena arrotondate, con smalti accesi per mettere in risalto l’abbronzatura, oppure chiari e luminosi come perle.

Trovo che uno smalto color latte oppure corallo sia molto chic su mani e piedi scuriti dal sole. Mi piacciono anche tutti i colori del mare e quelli della sabbia.

Capelli naturali e facili da gestire

I capelli in estate dovrebbero poter stare lontano dal phon e la piega dovrebbe essere riservata alle occasioni in cui è davvero indispensabile. Ma so benissimo che è difficile!

Io in estate ho sempre avuto il cruccio dei capelli in disordine, anche quando erano lunghi e facili da legare. Quindi finivo per portare una treccia o uno chignon che non veniva mai come desideravo… Che è pure comodo e chic, ma non è una soluzione, almeno non per mee i miei capelli mossi e ribelli.

Il mio consiglio per dimenticarsene e godersi il relax è farsi fare dal parrucchiere un taglio che permetta di tenerli al naturale senza sembrare delle scappate di casa.

Io quest’anno ho risolto con un taglio corto che va a posto da solo… E come sono felice!

Ecco, secondo me non c’è nulla di più hygge in estate del non doversi preoccupare dei capelli!

Con questi piccoli consigli vi auguro una estate rilassante, all’insegna della naturalezza e della semplicità. Io ne ho un gran bisogno, e voi?

Follow my blog with Bloglovin