Ho sempre prestato molta attenzione ai dettagli e ho sempre dato importanza alle piccole cose. Difficilmente mi sfuggono le sfumature e i sottintesi di uno sguardo, di un gesto, del tono di voce che cambia impercettibilmente.

Non so se questa sia una fortuna, perché fa di me una persona molto sensibile, a volte troppo e non sempre con esiti gradevoli.

Le persone sensibili ‘hanno le antenne’ e a volte soffrono più degli altri, perché percepiscono tutto quello che li circonda in modo più intenso. A volte invece gioiscono più degli altri, perché rimangono affascinate da quello che le circonda.

Si commuovono, agiscono d’impulso, gridano e poi chiedono scusa.

Capita che interpretino alla loro maniera i gesti e i comportamenti degli altri e che ne fraintendano il significato. E ne soffrono, ma non sempre lo dicono per paura di sembrare ridicole o di essere ferite.

Non è sempre facile avere a che fare con queste persone…ma, una volta entrati nel loro cuore e nel loro mondo in cui bisogna muoversi in punta di piedi, si verrà premiati con mille attenzioni e dimostrazioni di affetto.

Le persone sensibili gestiscono male i conflitti, sono incapaci di discutere senza sentirsi ferite e incomprese.

Ma se c’è un grande pregio delle persone dall’animo sensibile è proprio il sapere apprezzare i dettagli, anche i più banali, e farne tesoro.

Una persona sensibile è capace di ritelefonarti perché ha avuto l’impressione di averti salutato frettolosamente; capisce come stai dal tono di voce; ti guarda e sa come ti senti.

Ti dà il cuore e l’anima ma se li riprende quando la deludi.

Essere sensibili è una fatica a volte…ma è anche una fortuna, perché si vive tutto più intensamente.

Ormai ho imparato a prendere tutto il meglio che la mia sensibilità può darmi, ma non è sempre stato così e non è stato sempre facile.

L’altro giorno ho provato uno di quei rari ma preziosi momenti di felicità pura. Avevo il mio bimbo fra le braccia, dalla finestra entrava una luce bellissima e all’improvviso ho provato una immensa gratitudine per tutte le piccole e grandi cose che mi fanno sentire fortunata.

Ecco allora è vero, come si dice, che la felicità è fatta di attimi… Io aggiungo che è fatta anche di dettagli che tutti insieme rendono il quadro perfetto. Quando si smette di pretendere la perfezione, quando si capisce che tanti piccoli dettagli fanno la bellezza dell’insieme, quando si mantiene una certa leggerezza d’animo, si vive meglio e più felici.

Non so se sia sensibilità questa… So solo che ringrazio di avere la capacità di meravigliarmi delle piccole cose. In certe giornate un po’ storte bastano dei piccoli dettagli per ritrovare la serenità.

Il cielo azzurro e senza nuvole, la luce dorata del pomeriggio, tenersi per mano, il conforto che danno gli oggetti del cuore, i piccoli rassicuranti rituali quotidiani, un abbraccio, un libro nuovo, il profumo di una candela, le sorprese, la parola giusta al momento giusto… E potrei continuare all’infinito.

Piccole cose, ma che rendono speciale e preziosa la vita.

saper cogliere i dettagli

Dovremmo allenarci ad essere un po’ più sensibili verso questi dettagli, perché tutto cambia in meglio.

Se nella vostra vita c’è una persona così tenetevela stretta. A volte vorreste strozzarla con le vostre mani, ma saranno più le volte che vorrete abbracciarla stretta.

Io queste persone speciali col cuore grande non le lascio andare. Sarà perché le sento affini a me e con loro non c’è bisogno di troppe parole per capirsi…

Share the love!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •