L’ultima volta vi ho parlato della mia voglia di cambiamento e poi mi sono presa una pausa per riflettere su cosa davvero desidero.

Lo avevo già detto: #solocosebelle! Ma avevo bisogno di qualche giorno di pausa, per aggiustare il tiro, sistemare ciò che non andava e cambiare quello che poteva essere cambiato.

Oggi torno qui nel mio angolino felice e non potevo farlo che con questo post dedicato al prendersi cura di sè e della propria serenità.

Perchè se siamo sereni, se stiamo bene e ci impegniamo per trovare momenti che ci rendano felici, possiamo dare il meglio di noi anche agli altri.

Se stiamo bene tutto diventa più luminoso e anche le difficoltà sembrano più facili da superare.

Ormai avete un po’ imparato a conoscermi e sapete che per me le piccole cose sono importanti, ed è prestando attenzione a quelle che possiamo ‘vivere Hygge’.

Se non avete idea di cosa sia questo Hygge di cui si parla tanto leggete qui e troverete tutte le spiegazioni!

Vivere Hygge per me significa prendersi cura di sè e della propria serenità attraverso piccoli gesti quotidiani.

1. l’arte di aggregarsi, favorire la vicinanza e prestare attenzione a ciò che fa sentire vivi e felici – 2. creare una situazione di benessere, unione e calore – 3. la sensazione di vivere il momento presente in armonia con gli altri – 4. rendere speciale la vita quotidiana 

E’ di moda questa parola, lo so… Ma non trovo modo migliore per definire quello che intendo, quindi concedetemi di parlarne ancora perchè la sento davvero mia.

Queste sono le cose che mi piace fare più spesso per regalarmi buonumore e serenità

1 comprare fiori

Ho sempre avuto l’abitudine di andare al mercato a comprare i fiori da mettere in casa. Mi piace il tocco di colore che danno e trovo che anche gli angoli più anonimi cambino subito aspetto con un bel vaso di fiori colorati. Ranuncoli, ortensie, peonie, tulipani e rose sono i miei preferiti, soprattutto quando nei colori pastello oppure rosa o bianchi. I fiori mi mettono subito di buonumore e andare al mercato a sceglierli è ormai un rito per me. E la casa mi sembra subito più bella!

2 guardare il proprio film preferito

Un film che si conosce a memoria e che si può seguire anche senza doversi concentrare troppo sulla trama è la soluzione giusta per quelle serate in cui si è troppo stanchi per fare qualsiasi altra cosa. Ci si rilassa senza pensare a niente, se non al piacere di guardare un film che sentiamo famigliare

3 fare un bagno caldo…

Io credo che niente sia rilassante come un bagno caldo e profumato circondati dal vapore e dalla luce delle candele. Ci si sente subito meglio e anche i pensieri rallentano un po’. A me piace accendere una candela profumata e buttare nella vasca una delle ballistiche di Lush… Dovrei dire ‘mi piacerebbe’ perchè non so da quanto  ormai non riesco a fare un bagno senza fretta… ma lo segno nella lista dei desideri!

4 …oppure una doccia effetto spa

Non darà lo stesso effetto relax di un bagno nella vasca, ma anche una bella doccia come si deve non è da sottovalutare! E per ‘come si deve’ intendo: maschera per i capelli, scrub su tutto il corpo, un bagnoschiuma che ci piaccia particolarmente e poi una buona crema idratante dalla testa ai piedi mentre si ha in posa la maschera per il viso. Garantito: dopo ci si sente una meraviglia, anche se la giornata è stata pesante

5 scrivere una lista dei propri successi

Ci avete mai pensato? Siamo abituati a tenere nota di tutto quello che dobbiamo o vogliamo fare e così non facciamo che focalizzarci su quello che manca. Ma ogni tanto fare una lista di ciò che abbiamo già ottenuto grazie al nostro impegno è una buona abitudine che dà la carica. Non devono mica essere successi eclatanti… tutti noi abbiamo piccoli e grandi successi da festeggiare e per cui essere orgogliosi

6 eliminare gli impegni inutili

Ammettiamolo: quanti degli impegni che prendiamo durante la giornata sono davvero indispensabili? Ecco. Allora, nei limiti del possibile, eliminiamo quelli in cui la nostra presenza non è strettamente richiesta. Impariamo a dire di no. E usiamo quel tempo per fare qualcosa che ci va davvero di fare

7 staccare dai social ogni tanto

Facebook, Instagram, Twitter, Snapchat e tutti i social sono passatempi piacevoli e anche io li amo (no beh Snapchat non lo sopporto e Twitter quasi non ricordo di averlo), ma ricordiamoci che la vita vera è un’altra cosa e che tutti, nessuno escluso, rendiamo pubblico solo quello che vogliamo mostrare. Dimenticare questo dettaglio fondamentale significa cadere nell’inevitabile tentazione di fare confronti. E 9 volte su 10 ci sentiremo uno schifo. Salvo solo Pinterest, perchè è la mia fonte quotidiana di bellezza. Tutto il resto va preso con leggerezza e staccare ogni tanto fa un graaaan bene!

8 leggere a letto

Uno dei piccoli lussi della vita. Il trio doccia calda-libro-lenzuola pulite è uno dei miei piaceri preferiti di sempre. Non riesco quasi mai a farlo… ma sogno il giorno in cui tornerà ad essere una bella abitudine

9 preparare un piatto che ci faccia stare bene

…e di solito si tratta di un piatto della nostra infanzia. Io ne ho tanti ma se devo pensare al piatto che più di ogni altro mi fa pensare alla mia infanzia e al senso di calore e sicurezza che provavo allora scelgo la cena con latte e biscotti. Non è un vero piatto, ma piuttosto un’atmosfera che mi piace ricreare. Ricordo quando a casa mia si diceva: ‘stasera mangiamo latte?’ ed era un modo per intendere che volevamo mangiare poco. Ma poi in realtà si mangiava più del solito perchè ai biscotti si aggiungeva il pane caldo con burro e marmellata, le fette con il miele, quel biscottino buono buono delle occasioni speciali… Insomma l’idea l’avete capita: trovate un piatto che vi faccia sentire bene e preparatelo quando avete bisogno di coccole speciali

10 passeggiare in solitudine

Camminare da sola senza pensare a niente di particolare è un piacere che ultimamente apprezzo molto, forse perchè mi capita davvero di rado di essere sola. Se ne avete la possibilità fatelo: camminate senza pensare a nulla se non al paesaggio che vi circonda, prestando attenzione a tutti quei particolari che vi sfuggono quando andate di fretta

11 circondarsi di persone che credono in noi

Più facile a dirsi che a farsi, ma quando succede ci si sente invincibili. Io sono grata ogni singolo momento della mia giornata di essere circondata di persone che credono in me e che mi spronano a fare sempre del mio meglio. Scegliete persone affini a voi ma che abbiano quello che a voi manca, per essere ispirate da loro e trovare in loro sostegno, consigli e conforto. Parlo per me, ma credo di poter parlare per tutte voi: la famiglia è il porto sicuro in cui trovare tutto questo. E poi ci sono le amiche, quelle speciali che aspettavi da una vita e con cui non servono troppe parole per capirsi

12 ascoltare musica rilassante

Per me è rilassante la musica che mi ricorda i suoni della natura e sono anni che ascolto i cd di Dan Gibson. Non lo conoscete? I suoni della natura fanno da sottofondo a melodie rilassanti o a famosi brani di musica classica. Dovete proprio andare a scoprire di cosa si tratta. Mi piace ascoltare i miei pezzi preferiti mentre guido o mentre sono impegnata a fare qualcosa e quando lavoro è l’unica musica che ascolto

13 regalarsi un libro da colorare

I cosiddetti ‘coloring books’ ci fanno tornare un po’ bambini ed è stato dimostrato che stimolano il rilassamento e aiutano a staccare la spina quando se ne ha bisogno. Io mi rilasso molto, mi piace scegliere i colori da accostare e concentrarmi solo su quello. Ce ne sono davvero tantissimi in commercio, da quelli con disegni geometrici (che su di me non funzionano perchè mi agitano) a quelli con vere e proprie illustrazioni. Scegliete il vostro e divertitevi!

14 comprare una rivista che si ama

Non so voi, ma io con l’avvento degli smartphone, compro molte meno riviste di un tempo. Però non rinuncio al piacere di sfogliare con calma una rivista che mi piace. Di solito lo faccio a colazione, oppure alla sera quando tutti dormono e io voglio rilassarmi facendo qualcosa di poco impegnativo

Queste sono occupazioni e consigli che con me funzionano sempre.

E voi cosa fate per ‘vivere Hygge’?

Share the love!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share